L’HAYEZ: DAL BACIO ROMANTICO ALL’EROTISMO ARDITO

hayezSi può forse considerare il Bacio più celebre del mondo.

Ha ispirato fotografi, si pensi al “Bacio davanti all’Hotel de Ville” di Robert Doisneau;

hayez - doisneau

cineasti, come Visconti che lo riproduce in una scena di “Senso”;

12226330_10206931699944004_348309299_n

e persino il direttore artistico del cioccolatino degli innamorati che negli anni ’30 ne fu influenzato per creare l’immagine dei due amanti sulla scatola.

cover-storia_baci

Il celebre bacio è “Il Bacio” dell’Hayez che in questi giorni sta nuovamente entusiasmando Milano, la città che lo ospita da sempre.

Il merito del rinnovato interesse lo si deve all’astuto lancio della mostra dedicata all’artista ottocentesco presso le Gallerie d’Italia.

La componente sentimentale ha sempre il potere di coinvolgere emotivamente lo spettatore, per questo la mostra é stata allestita mettendo in luce il popolare dipinto del 1859 e le sue due successive versioni.

Baci, baci, baci e ancora baci, che faranno felici tutti quegli innamorati in cerca di una meta per il prossimo San Valentino.

12212415_10206931692183810_802383967_n

Infatti, oltre alle tre versioni de “Il Bacio”, l’allestimento ha incluso la proiezione del frammento di “Senso”  e una saletta in cui, a suon di Baciami Piccina del Quartetto Cetra, sono montati 50 tra i baci che hanno segnato della storia del cinema.

hayez baci hayez bacio hayez the kiss hayez gallerie d'italia hayez bacio romantico hayez san valentino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bene, ma ora lasciandoci alle spalle tanto sdolcinato romanticismo passiamo all’Hayez che ci piace di più: l’Hayez erotico.

Tanto per cominciare non credo sia un caso che le pareti della mostra siano del colore della passione e della carnalità.

I suoi nudi femminili sono un trionfo di sensualità, spregiudicatezza e perversione.

hayez eroticoPensate allo scandalo suscitato dalla sua Venere che scherza con due colombe, il dipinto che rappresenta l’amante del committente,  considerata “la più schifosa donna del volgo“.

Fernando Mazzocca, curatore della retrospettiva, scrisse:

Fuori di parafrasi, l’elemento che in pubblico sconvolse, ma in segreto incantò tutti, fu il trionfante culo, da moderna Venere Calipigia, che sembra uscire fuori dalla superficie del quadro per scandalizzarci“.

 

Per non parlare poi della sensualità che emanano le figure della Maddalena da lui dipinte o il peccaminoso accostamento di sacro e profano…

 

 

12231419_10206931688983730_157735704_n

 

hayez nudi femminili 12231194_10206931690223761_1171743830_n 12226557_10206931702184060_1148092540_n

Manca però qualcosa alla mostra, ed io credo che manchi volutamente perché avrebbe messo in ombra tutto il romanticismo de “Il Bacio”: mancano i 19 disegni erotici che l’artista realizzò per l’amante-modella Carolina Zucchi.

La giovane figlia della borghesia milanese é ben presente tra i 100 dipinti raccolti dalle Gallerie d’Italia per l’evento, ma é presente ritratta malata, a letto, privata dello scabroso ardore ritratto invece a matita su quei 19 fogli di carta velina.

I disegni raffigurano diverse posizioni dei loro giochi amorosi, la loro complicità consumata ogni volta in modo diverso e naturalmente anche l’indole libertina dell’artista che non fu mai frenata neanche dal matrimonio.

12212512_10206934707219184_1383994708_n 12226559_10206934706859175_1191479259_n 12231088_10206934707019179_2138857799_n MI0299-108-lr-1

 

Posso dirvi però che nonostante l’assenza di queste opere e un occhiolino al sentimentalismo, la retrospettiva comunica tensione erotica.

Sono gli sguardi intensi e peccaminosi, i corpi abbandonati alla passione, gli abbracci travolgenti, la tensione dei corpi protesi l’uno verso l’altro, le vesti lascive a sconvolgere i sensi di chi pensava di partecipare solo come spettatore.

 

 

 

HAYEZ

7 Novembre 2015 – 21 febbraio 2016

Gallerie d’Italia – Piazza Scala- Milano

Orari
Da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.30)
Giovedì dalle 9.30 alle 22.30 (ultimo ingresso 21.30)
Lunedì chiuso

Biglietti

Intero: 10 euro

Ridotto: 8 euro

Ridotto speciale: 5 euro

Il giorno 10/1/2016 è previsto un ingresso gratuito eccezionale; è possibile accreditarsi in modo da avere un accesso preferenziale al momento dell’ingresso scrivendo a hayez@civita.it.
Le sale 7, 8, 9, e 10 non saranno visitabili nei pomeriggi dei giorni 19/11, 3/12 e 10/12/2015.

Ingresso gratuito ogni prima domenica del mese.

Audio e videoguida gratuita a disposizione dei visitatori.

 

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia il tuo commento