AD OGNI DONNA I PROPRI COPRICAPEZZOLI

images-1Andiamo ad approfondire meglio la conoscenza di questi inusuali accessori dalle poliedriche utilità!

Poche donne li utilizzano eppure i copricapezzoli potrebbero essere i migliori amici dei propri seni.

In silicone, in argento, glitterati, con pendagli, in tessuto… ce n’é per tutte le esigenze.

Innanzitutto si può partire a parlarne Unknownindicando l’utilità meno erotica: quella di prevenzioni alle ragadi durante l’allattamento.

L’utilizzo, durante tutto il periodo dell’allattamento, di copricapezzoli anatomici in argento, antibatterico e cicatrizzante naturale, darebbe sollievo alle ferite favorendone la chiusura.

Cambiamo contesto. Ritrovandoci davanti ad un irresistibile abito leggero, magari trasparente  o  profondamente scollato, il primo pensiero potrebbe essere: ” Senza reggiseno avrei bisogno di qualcosa che celasse il turgore o nascondesse l’imbarazzo conseguente”.

Molte aziende, come Shibue, si sono prese in carico di produrre questo “qualcosa” rinominandolo lingerie intelligente. Discreti copricapezzoli in pizzo o silicone cono in commercio per evitare l’effetto volgare di abiti particolarmente intriganti.

coverup1005366_401784396634306_868152482_n

Ci sono però donne che l’effetto turgore lo ricercano! A tal proposito mi viene in mente una scena di Sex & the City …

I copricapezzoli possono poi impreziosire i seni come veri e propri gioielli

30021_flamboyant_metallico_1Ma l’utilizzo più divertente e sexy  arriva dal burlesque dove sono più conosciuti come Pasties. Decorazioni che enfatizzano l’eroticità dei seni. Brillanti, cristalli, pendagli e tanta creatività non solo adornano il corpo ma possono anche risvegliare giochi molto maliziosi.

Qualche spiritoso suggerimento?

 

 

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia il tuo commento